Scrivi e premi invio

Terapie della Medicina Cinese tradizionale per l’uomo e la donna d’oggi, a Milano, Corso Matteotti 1a

Energia vitale

Energia vitale

L’energia vitale

In modo felice ma riduttivo, in occidente il termine qi (leggi ‘ci’) è stato tradotto con il termine energia (vitale). Infatti “tutto è qi” e tutto origina dal qi. È il costituente fondamentale di tutto l’universo, da cui derivano tutti i movimenti e le trasformazioni: condensato si fa materia, rarefatto energia.

“Il qi è – anche – la radice dell’uomo” e “quando il qi si riunisce il corpo fisico si forma; quando si disperde il corpo muore”.Nell’uomo, dunque, il qi si forma a partire dalla riunione dello spermatozoo paterno e dell’ovulo materno: dà luogo alla nuova vita, e ne costituisce la dotazione energetica congenita.

In energia vitale si devono trasformare gli alimenti che nutrono e l’aria che viene respirata affinché l’individuo possa crescere, svilupparsi, riprodursi.

Qi è dunque un termine generale per indicare l’insieme delle energie e sostanze che sono considerate indispensabili alla vita alla salute dell’organismo. Assume nomi diversi a seconda dell’aspetto funzionale che viene considerato; del suo addensarsi o rarefarsi, del suo partecipare dello yin o dello yang.

Un modello per esprimere questa sua multiforme unità è delineato dalle cinque modalità funzionali con cui questa “sostanza” può manifestarsi nel corpo umano: energia, sangue, spirito, liquidi, essenza.

A costituirla concorrono il qi prenatale, originario, vale a dire la dotazione in energia trasmessa dai genitori al momento del concepimento. E vi confluisce il qi postnatale, acquisito attraverso le trasformazioni e gli scambi con l’ambiente in cui si vive.

Articoli in questa sezione:
Energia vitale |