Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Mag 19, 2015 in Nutrire la mente | 0 commenti

Scienza e Religione

Scienza e Religione

di Albert Einstein

Scienza e Religione non in contrasto ma complementari

Non dovrebbe essere difficile raggiungere un accordo su ciò che intendiamo per scienza. La scienza è il tentativo, che dura ormai da secoli, di coordinare mediante il pensiero sistematico i fenomeni percettibili di questo mondo in un insieme quanto più possibile completo. Con un’espressione più ardita, essa rappresenta il tentativo di ricostruire a posteriori l’esistenza mediante il processo concettuale. Quando però mi domando che cos’è la religione, non riesco a pensare a una risposta cosi facilmente. E anche se trovo una risposta che può soddisfarmi in questo particolare momento, resto sempre della convinzione che non riuscirò mai in alcun modo a mettere d’accordo tutti coloro che hanno preso in seria considerazione questo problema.

Per il momento, quindi, anziché domandare che cosa sia la religione preferirei domandare che cosa caratterizzi le aspirazioni di una persona che mi dà la sensazione di essere religiosa. A me sembra che una persona illuminata dalla religione sia una persona che si è liberata, al meglio delle sue possibilità, dalle catene dei propri desideri egoistici, e che si preoccupa solo di pensieri, sentimenti e aspirazioni cui aderisce in base a un loro valore che trascende l’individuo. Mi sembra che ciò che importa sia la forza di questo contenuto che trascende la persona, e la profondità della convinzione riguardante il suo superiore contenuto, indipendentemente dal fatto che venga compiuto un qualsiasi tentativo di collegare tale contenuto con un Essere divino, poiché in caso contrario sarebbe impossibile considerare Buddha o Spinoza come personalità religiose. Di conseguenza, una persona religiosa e devota nel senso che non ha dubbi circa il significato e la grandezza di quegli obiettivi e di quei fini che trascendono la singola persona e che non necessitano né sono suscettibili di un fondamento razionale, poiché esistono con la stessa necessità e con la stessa realtà con la quale esiste egli stesso.

In questo senso la religione è l’antico tentativo dell’umanità di diventare chiaramente e completamente cosciente di questi valori e di questi fini e di rafforzare ed estendere costantemente la loro efficacia. Se si concepiscono la religione e la scienza secondo queste definizioni allora è evidente che fra di esse non è possibile alcun contrasto. La scienza, infatti, può solo accertare ciò che è, ma non ciò che dovrebbe essere, ed al di fuori del suo ambito restano necessari i giudizi di valore di ogni genere. La religione, d’altra parte, ha a che fare solo con i giudizi di valore sul pensiero e sull’azione umana: non può con diritto parlare dei fatti e delle relazioni esistenti fra i fatti stessi. Secondo questa interpretazione i noti conflitti fra religione e scienza verificatisi in passato debbono essere attribuiti a un’interpretazione errata della situazione che abbiamo ora descritto. […]

Albert Einstein, Pensieri degli anni diffici. Universale scientifica Boringhieri

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325