Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Apr 18, 2017 in Dietetica | 0 commenti

L’insalata, che può divenire “insalatona”, fa bene o male?

L'insalata, che può divenire "insalatona", fa bene o male?

È un’abitudine diffusa nel corso di tutto l’anno, e specialmente d’estate, quella di consumare abbondanti quantità d’insalata verde o mista (verdura cruda, spesso assortita), o ancora sotto forma della cosiddetta ‘insalatona’ (piatto più ricco, contenente vari altri alimenti: olive, formaggio, salumi, tonno…). Come si è instaurato questo comportamento, che a me sembra essere più che un’abitudine soggettiva un’usanza condivisa, un fatto di costume solidamente radicato?

Indagando sulle ragioni emergono dati di fatto e credenze. Fa bene o male alla salute del corpo la consuetudine all’uso ripetitivo, quotidiano di uno specifico tipo di alimento con caratteristiche ben delineate? Prima di rispondere consideriamo alcune credenze diffuse:

  • La verdura cruda fa bene, perché contiene sali minerali, acqua e vitamine con azione antiossidante
  • Mangiare verdura prima dei pasti, specie se abbondante, crea senso di sazietà
  • È dietetica, puoi mangiarne quanta ne vuoi senza ingrassare
  • È pronta sugli scaffali dei supermercati: le insalate confezionate in busta o vaschette le (cosiddette insalate di IV gamma) sono già lavate e pronte da consumare. E questo viene considerato un ulteriore elemento a favore del consumo. Per approfondire invito a leggere “Insalata in busta, cosa è bene sapere

L'insalata, che può divenire "insalatona", fa bene o male?

 

Fatti e credenze da considerare criticamente

  • È un fatto che le verdure in generale, e non solo l’insalata, siano un complemento importante del pasto. Un complemento, appunto. I vegetali sono indispensabili perché apportano acqua, sali minerali (specie calcio e ferro) vitamine (C, acido folico, beta-carotene) e fibra . Ognuno ha una composizione specifica e andrebbero alternati , consumandoli in accordo con ciò che offre la natura nella stagione in corso, per godere al massimo del sapore e della ricchezza nutrizionale di ogni vegetale. Per saperne di più suggeriamo la lettura di questo testo scaricabile in formato pdf all’indirizzo: www.holos-terapie.it/alimentazione.pdf
  • È un altro fatto che i vegetali tutti, e le insalate in particolare, siano assai poco caloriche (da 10 a 50 Kcal/100g di prodotto). È, invece, una credenza che facciano dimagrire se consumate in abbondanza al posto degli altri alimenti. Non sono le insalate che fanno dimagrire, ma il fatto che tanta verdura fa da riempitivo e riduce la voglia di altro cibo.

Ma è un bene questo? A pare mio non lo è. Scopo del cibarsi non è quello di riempire lo stomaco e calmare la fame, ma piuttosto quello di fornire al corpo tutti i nutrienti necessari alle attività funzionali e di riparazione dell’organismo. Come è facilmente visibile in ogni immagine della cosiddetta Piramide Alimentare, i cibi di cui il corpo ha bisogno sono, spostandosi dal basso verso l’alto della piramide in quantità via via decrescenti : di cereali in primo luogo, di frutta fresca e secca, legumi e verdura al secondo posto, di carne e pesce al terzo posto e, infine di grassi vegetali e zuccheri , presenti in quantità minime in cima alla piramide.

Secondo la dietetica cinese, che classifica gli alimenti dei vari gruppi alimentari sulla base del loro sapore e natura, le verdure sono per lo più di sapore dolce e natura. Esse appartengono per questo allo yin; la loro funzione è, principalmente, quella di favorire  la ‘produzione di liquidi corporei e la ‘lubrificazione’ dei tessuti, oltre che provvedere a‘rinfrescare’ il corpo e ‘ nutrire il sangue’.

Quando le verdure vengono consumate in eccesso, specie se crude, danneggiano l’attività degli organi deputati alla digestione e, di conseguenza si accumulano nel corpo liquidi e mucosità. Il corpo si gonfia e si appesantisce; i liquidi infiltrano i tessuti degli arti e dell’addome o si accumulano sotto forma di catarri nell’apparato digerente e/o respiratorio, nelle cavità del volto (seni) e delle orecchie; o ancora questi liquidi tendono a ristagnare e si trasformano in Umidità Calore, fattore che può provocare quadri clinici molteplici: candidosi, cistiti croniche, sinusiti, otiti, infiammazioni oculari e altro ancora.

Concludiamo invitando a consumare le verdure regolarmente e con misura, meglio cotte che crude tranne nella stagione estiva,  per completare ogni pasto, a pranzo e cena. La funzione che i vegetali svolgono nel corpo non è quella di riempire – a questo provvedono i cereali – ma quella di fornire acqua, minerali e vitamine antiossidanti. Insalata si, ma con misura!

Per saperne di più su questo tema suggerisco la lettura di due articoli presenti in questo Blog:
– Le proprietà degli alimenti
– Rinfrescare il calore e calmare la sete

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325