Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Mar 21, 2017 in Medicina interna e non solo | 0 commenti

Le palpitazioni originate da disturbi dell’attività psichica (shen). Diagnosi e terapia secondo la Medicina Cinese

 Le palpitazioni originate da disturbi dell’attività psichica (shen). Diagnosi e terapia secondo la Medicina Cinese

 Le palpitazioni originate da disturbi dell’attività psichica (shen). Diagnosi e terapia secondo la Medicina Cinese

Ecco le possibili sindromi in cui la malattia si manifesta
– Deficit dell’energia del Cuore e della Vescica biliare
– Deficit dello yin del Cuore
– Deficit del sangue del Cuore e dell’energia della Milza
– Deficit di yin di Fegato e Rene
– Accumulo di Mucosità Calore

1. Deficit dell’energia del Cuore e della Vescica biliare

In questa configurazione energetica l’energia di Cuore e Vescica biliare è in  deficit, di conseguenza lo shen  è poco solido; il profilo mentale-emozionale è instabile costituzionalmente o come conseguenza di  panico o shock emozionali.

Segni e sintomi

  • Palpitazioni scatenati da stati di ansietà o paura scatenata da un nonnulla
  • Apprensività e timidezza emozionale, ansietà moderata anche in condizioni di normalità; difficoltà a prendere decisioni
  • Disturbi del sonno e sogni con incubi, ansia al risveglio
  • Respiro corto, senso di fatica e sonnolenza fino alla letargia, sudorazione spontanea
  • La lingua è pallida con una lieve patina e, nei casi congeniti o cronici presenza di un crack profondo e stretto sulla punta. I polsi sono deboli, filiformi e talora tesi.

Nella pratica clinica i segni e sintomi descritti si osservano nella sindrome premestruale, nella nevrastenia,  nella tachicardia sinusale,negli attacchi di panico e nella depressione

La terapia è finalizzata a calmare lo shen e a nutrire il Cuore

Le tecniche terapeutiche utili a conseguire il successo terapeutico sono l’agopuntura, la dietetica terapeutica e la fitoterapia cinese. Nella forma congenita non si ottengono risultati terapeutici duraturi.  La sindrome che si manifesta in forma acuta risponde bene alla terapia e si giunge alla piena guarigione, specie se associata al supporto psicoterapico.

 2. Deficit dello yin del Cuore 

Quando lo yin del Cuore – come può accadere in seguito a uno stress emozionale persistente di qualunque natura e origine –  è  in deficit si sviluppa del Calore vuoto che agita ancor più la sfera mentale-emozionale. Inoltre ogni fattore che indebolisce lo yin di Fegato e Rene, danneggia  anche lo yin del Cuore. Infine lo yin del Cuore può essere danneggiato da una sudorazione eccessiva e nel corso di malattie febbrili.

Segni e sintomi

  • Palpitazioni, improvvisamente scatenate da uno spavento o da un imprevisto
  • Insonnia e risvegli improvvisi nella notte con ansia e palpitazioni
  • Sensazione di “calore ai cinque cuori” (petto, palmo delle mani e pianta dei piedi) e sudorazione notturna
  • Vertigini e acufeni; difficoltà a concentrarsi e a memorizzare; irrequietudine e stanchezza specie verso sera
  • Bocca e gola asciutta; feci asciutte e stipsi
  • La lingua è rossa e asciutta con patina scarsa o assente. I polsi sono filiformi e rapidi

Nella pratica clinica i segni e sintomi descritti si osservano nella sindrome meno-pausale, nella neurastenia, nella stenosi mitralica, nell’ipertiroidismo,  nella malattia coronarica, nella convalescenza da malattie febbrili.

La terapia è finalizzata a nutrire il Cuore, calmare lo shene purificare il Calore

Le tecniche terapeutiche utili a conseguire il successo terapeutico sono l’agopuntura, la dietetica terapeutica e la fitoterapia cinese, esse andranno associate a un periodo di riposo e all’apprendimento di uno stile di vita salutare. La sindrome risponde bene alla terapia e si giunge alla piena guarigione, se essa viene condotta per un tempo congruo.

 3. Deficit del sangue del Cuore e dell’energia della Milza

La funzione del Cuore è indebolita dalla carenza dell’energia della Milza e al tempo stesso il deficit di sangue indebolisce la capacità di radicare e calmare lo shen (attività emozionale e mentale).

All’origine di questa sindrome può esserci le abitudini combinate a lavorare troppo, a preoccuparsi, a nutrirsi in modo inappropriata. Nelle donne questa sindrome può manifestarsi acutamente nel post-partum o dopo emorragie uterine ripetute e consistenti.

Segni e sintomi

  • Palpitazioni talora associate ad ansietà, che tendono a peggiorare verso sera o di notte.
  • Difficoltà a iniziare il sonno con comparsa, durante il sonno, di sogni disturbanti
  • Difficoltà a concentrarsi, a memorizzare e a ricordare.
  • Ansietà avvertita nel petto, come sensazione di stretta o oppressione, e tendenza alla depressione.
  • Senso di capogiro che compare con i cambiamenti di posizione del corpo; disturbi della visione con comparsa di macchie nel campo visivo.
  • Senso di affaticamento , che diviene spossatezza dopo piccoli sforzi; vi è anche inappetenza e difficoltà a digerire; pallore e facile comparsa di ecchimosi.
  • Nella donna i flussi mestruali sono abbondanti e prolungati
  • La lingua è pallida con lieve patina e il polso è debole e filiforme.

L’associazione più o meno ricca di questi segni e sintomi può manifestarsi nei seguenti quadri clinici: anemia, neurastenia, sindrome da fatica cronica, emorragia del post-partum, aritmia, trombocitopenia, etc.

La terapia è finalizzata a rafforzare il sangue del Cuore, tonificare l’energia della Milza e calmare lo shen.

Le tecniche terapeutiche utili a conseguire il successo terapeutico sono l’agopuntura, la dietetica terapeutica e la fitoterapia cinese, esse andranno associate a un periodo di riposo e all’apprendimento di uno stile di vita salutare. La sindrome risponde bene alla terapia e si giunge alla piena guarigione, se essa viene condotta per un tempo congruo.

  Le palpitazioni originate da disturbi dell’attività psichica (shen). Diagnosi e terapia secondo la Medicina Cinese

 

4. Accumulo di mucosità Calore

In questa sindrome le Mucosità  (no materiali)- postumo di una malattia febbrile che ha condensato i liquidi corporei in Mucosità – ostruiscono oppure appannano “gli orifizi” del Cuore e il Calore agita lo shen.

Segni e sintomi

  • Palpitazioni associate a nervosismo e ansietà
  • Capogiri e vertigini
  • Risveglio precoce intorno alle 4 con difficoltà a riaddormentarsi
  • Irrequietudine e irritabilità
  • Inappetenza con sensazione di amaro in bocca e gonfiore addominale
  • Nausea, vomito, eruttazioni e reflusso acido
  • Lingua rossa, specie in punta, e patina gialla e grassa. I polsi sono rapidi e scivolosi o tesi.

I quadri clinici in cui i segni e sintomi descritti si osservano sono la convalescenza dopo una malattia febbrile, l’ansietà nevrotica, le  fasi iniziali della schizofrenia

La terapia è finalizzata a purificare il Calore, trasformare le Mucosità, calmare la mente.

Le tecniche terapeutiche utili a conseguire il successo terapeutico sono l’agopuntura, la dietetica terapeutica e la fitoterapia cinese. La sindrome acuta risponde bene alla terapia e si giunge alla piena guarigione; la prognosi è meno favorevole in caso di schizofrenia.

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325