Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Gen 9, 2018 in Lo sai che, Stili di vita | 0 commenti

Le abitudini dannose per le capacità cognitive del cervello

Le abitudini dannose per le capacità cognitive del cervello

Certe cattive abitudini possono danneggiare il cervello e costare caro in termini cognitivi.
Eccole qui sotto elencate: 

Dormire poco
L’abitudine a dormire in modo irregolare rende il cervello inefficiente, fino alla demenza. Se si ha difficoltà ad addormentarsi è meglio evitare alcool, caffeina e l’uso di mezzi elettronici. Meglio, invece, favorire l’arrivo del sonno, ricorrendo a tecniche facilitanti ; ne abbiamo scritto in “Disturbi del sonno: tecniche di autoterapia” 

Stare troppo tempo da soli
Gli esseri umani sono fatti per essere in relazione tra loro. Non ha a che fare con il numero di “amici” che uno può avere sulla propria pagina Facebook. Le persone che coltivano le amicizie sono più felici e produttivi. È anche dimostrato che vanno meno incontro a un declino cognitivo. Se ti senti solo, entra in contatto con chi conosci o incomincia a frequentare attività di gruppo.

Le abitudini dannose per le capacità cognitive del cervello

Uso ricorrente di “cibo spazzatura”
Alcune parti del cervello connesse con l’apprendimento, la memoria
E la salute mentale sono meno sviluppate nelle persone che utilizzano abitualmente alimenti come hamburger, fritti, patatine e bevande dolcificate. Gli alimenti che, invece, preservano la salute del cervello sono: i cereali integrali, i vegetali, noci, nocciole e semi vari, i frutti di bosco.

Ascolto della musica ad alto volume
Con gli auricolari al massimo volume si può danneggiare in modo permanente l’udito in solo 30 minuti. E non solo l’udito; negli anziani, il calo dell’udito può associarsi a perdita di tessuto cerebrale e delle capacità cognitive. Meglio ridurre il volume del suono nell’ascolto della musica e per non più di due ore per volta.

Poca attività fisica
Meno attività fisica fai, più crescono le possibilità di incorrere in un deficit cognitivo. Cresce anche il rischio di ammalarsi di diabete, ipertensione e malattia del cuore. Non si suggerisce di correre la maratona, ma di praticare giardinaggio, di passeggiare o camminare a passo spedito, almeno tre volte in una settimana.

Il fumare
Il fumo rimpicciolisce il cervello e danneggia la memoria, oltre che favorire altre malattie: pomonari, cardiache, diabete ed altro ancora.

Eccessivo consumo di cibo
Il cervello di chi mangia troppo – anche se la qualità del cibo ingerito è buona – non è in grado di costruire una solida rete di connessioni utile per il pensare e il ricordare- l’eccessivo consumo di cibo conduce anche al sovrappeso e malattie ad esso collegate, come il diabete, la malattia cardiaca e l’ipertensione.

Rimanere a lungo in ambienti con poca luce naturale
Se non si rimane abbastanza a lungo in ambienti ricchi di luce naturale, si diviene depressi e l’attività cerebrale rallenta. La ricerca ha anche evidenziato che la luce del sole aiuta il cervello a lavorare meglio. (Web Medicine)

 

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325