Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Apr 4, 2017 in Dietetica, Nutrire il corpo | 0 commenti

Gli alimenti del buonumore: quali sono? quanto fanno bene?

Gli alimenti del buonumore: quali sono? quanto fanno bene?

 

È noto a tutti che alcuni alimenti mettono di buonumore; ma c’è da chiedersi:  fanno anche bene?
Confucio ammoniva:  “Non mangiare solo per il piacere che ne trai. Mangia per accrescere la tua forza. Mangia per preservare la vita che hai ricevuto in dono dal cielo”.

Mangiare quando si ha fame soddisfa un bisogno del corpo e segue un piacevole senso di appagamento e benessere. A chi non piace star bene? Ma con alcuni alimenti, in particolare quelli ricchi di carboidrati come lo zucchero, il cioccolato, i dolci e i gelati, essendo essi capaci di attivare nel cervello la produzione di endorfine, sostanze che riducono il dolore e ti fanno sentire bene, è più difficile trovare la misura. Per di più, gli zuccheri e i carboidrati raffinati stimolano nel cervello anche  la liberazione di serotonina, sostanza capace di regolare l’umore e di ridurre l’irritabilità. La conseguenza? Si tende a mangiarne spesso o in modo prevalente rispetto ad altri alimenti tutte le volte che per una qualunque ragione si avverte dentro una sensazione di vuoto che urge di essere colmato al fine di ritrovare la calma.

Ma c’è qualcos’altro da sapere. Ed è che zucchero e carboidrati raffinati contenuti nel cioccolato, nei dolci e nei gelati liberano anche insulina, necessaria per il metabolismo del glucosio, e che dopo il picco iniziale di piacere ti fa sentire peggio; ed ecco che il bisogno di carboidrati si fa presto di nuovo sentire. Il consumo abituale di queste dolci tentazioni, giorno dopo giorno fa accrescere il peso corporeo, specie intorno al giro vita, ad annunciare il possibile arrivo di molti sgraditi problemi metabolici – dal diabete all’ipercolesterolemia, all’ipertensione arteriosa, alla sindrome metabolica.

È utile sapere, perciò, se c’è modo di nutrirsi di alimenti capaci di favorire il buonumore senza danneggiare la salute dell’organismo.
Si, è possibile se si ricorre ai carboidrati “buoni”. Questi sono gli zuccheri complessi (o glucidi), contenuti nei cereali integrali e le proteine contenute in vari tipi di semi e nocciole.
I cereali integrali, ( sotto forma di semi, farine, fiocchi, pasta) sono la base dell’alimentazione e sono di grande aiuto nello stabilizzare l’umore. Essi vanno integrati con spuntini a base di piccole quantità di un misto vario di semi e nocciole (noci del Brasile, mandorle, noci, nocciole, pinoli, semi di sesamo,di girasole e di zucca). Altri spuntini utili a giovare all’umore sono le patate dolci, l’hummus di ceci o il burro di mandorle; e ancora, frutta come la papaia e vari tipi di bacche di Lycium chinensis (gou qi zi), uva e prugne secche (tutte biologiche e prive di conservanti, come nitrati e solfiti)

Ecco la regola generale da tenere a mente: più alimenti dolci a base di zuccheri semplici mangi, più ne sentirai il bisogno di mangiarne ancora. Al contrario, più ti nutri di alimenti funzionali e salutari, meno sentirai il bisogno di dolci.

Ricordiamo infine che la FAO (Food and Agriculture Organization) e l’OMS  (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomandano di ingerire il 55-75% dell’energia totale dai carboidrati, ma solo il 10% dagli zuccheri semplici.

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325