Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Ott 3, 2017 in Autoterapia, Nutrire la mente | 0 commenti

Emozioni: strategie per farle fluire

Emozioni: strategie per farle fluire

Abbiamo dedicato altri articoli al tema delle emozioni; invitiamo a leggere La nascita delle emozioni e l’intelligenza del corpo   e  Il mondo delle emozioni, secondo la Medicina Cinese.

Le emozioni possono influenzare la salute  in modo dannoso tanto da causare anche problemi fisici quando sono molto intense e se durano troppo tempo.  Nel corso della vita collera, paura, tristezza, pensosità e gioia vanno e vengono in una naturale alternanza. Quando in eccesso ristagnano  e costituiscono un ostacolo al fluire delle energie corrette del corpo e perciò al suo buon funzionamento.

Cosa è possibile fare, a livello individuale per prevenire di essere danneggiati dalle proprie emozioni?
La chiave per uscirne è  quella apprendere le tecniche capaci di sbloccare le nostre emozioni abituali. Per ogni emozione occorre mettere in atto strategie diverse.

Collera ed emozioni associate

Emozioni: strategie per farle fluire

La collera  (e i suoi omologhi: frustrazione, rabbia, sbalzi d’umore, depressione, insoddisfazione..) viene acquietata dai movimenti corporei. Praticare regolarmente attività fisiche e specialmente, se possibile, quando si è presi nella morsa della collera, impedisce ai muscoli di contrarsi e ai tendi

ni di accorciarsi. In tal modo i tessuti rimangono morbidi e nutriti: l’energia, il sangue e le emozioni scorrono senza ostacoli. La nota e spiacevole sensazione di essere scossi e completamente prigionieri della rabbia può essere evitata con il movimento. Camminare a passo veloce, correre, ballare, nuotare, etc..sono tutte attività capaci, almeno temporaneamente di lasciare andare la rabbia e le sue conseguente psicofisiche negative.

 

Paura, ansietà e attacchi di panico

Emozioni: strategie per farle fluire

La paura può essere sedata con un pediluvio caldo a base di Sali di Epsom (noto anche come solfato di magnesio, sale inglese o sale amaro).  Si prepara  un recipiente contenente acqua calda  alla quale  si aggiunge una tazza di questo sale, acquistabile in farmacia. Si lasciano i piedi in  per 15 – 20 minuti. L’effetto combinato del caldo e dell’assorbimento del magnesio è quello di calmare la mente e la sensazione di energia che sale. Compare rilassamento ed è particolarmente utile prima di dormire, specie in caso di ansietà e insonnia.

Preoccuparsi e troppo pensare impediscono di sperimentare la vita

L’attitudine a preoccuparsi e rimuginare trae grande vantaggio dalla pratica quotidiana della meditazione. Chi non ha mai meditato potrebbe iniziare con  la pratica della consapevolezza del respiro, la cui espressione più alta è la  meditazione vipassana.
Sedere comodi  e ad occhi chiusi osservare mentalmente l’aria che entra ed esce dalle narici; è importante permettere ai pensieri di andare e venire senza farsi distrarre e tornando continuamente a osservare il respiro. Anche se l’obiettivo è quello di raggiungere lo stato di calma, è importante sapere che non si può conseguire evitando di pensare. Può essere di aiuto durante la pratica della consapevolezza del respiro:

  • avere come sottofondo una musica rilassante;
  • assumere con le mani il mudra della calma: piegare il pollice contro il palmo  e chiudervi attorno le altre quattro dita;  posare le mani così atteggiata di lato all’ombelico;
  • ripetere mentalmente: “io sono calmo”; mentre si inspira ripetere ‘io sono ..’ e mentre si espira ‘calmo’.

Tristezza e angoscia

La tristezza è una emozione che  che si placa  rafforzando il sistema respiratorio.  Per migliorare la funzione polmonare è utile la pratica della respirazione profonda  del qigong  e della meditazione . È anche utile consumare alcuni alimenti  che tonificano l’energia del polmone, come mele, pere, noci pecan, broccoli, giuggiole.

La gioia

La gioia, pur essendo uno stato d’animo positivo, se eccessiva può nuocere. Occorre chiarire che qui si intende parlare non tanto della quantità di gioia che pervade la nostra vita, quanto della qualità.
Vorrei qui chiamare  la gioia in eccesso euforia: uno stato  di allegrezza caratterizzato da un eccesso di buonumore  che si esprime, per lo più, come una condizione di eccitazione, magari lieve e sotterranea, ma continua.
A scopo preventivo evitare alimenti  stimolanti come caffeina e alcool, lo zucchero, i peperoncini piccanti e il succo di limone. È anche utile praticare sedute di rilassamento e dedicarsi quotidianamente al qigong, sia interno che esterno.

Ogni emozione, se eccessiva o perdurante, può essere nociva. Per questo è utile apprendere delle tecniche utili a favorire il fluire delle emozioni.

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325