Info e servizi

A Milano, la dott.ssa Caterina Martucci tratta con successo molte malattie, acute e croniche, utilizzando le tecniche della Medicina Cinese: Agopuntura, Dietetica, Fitoterapia, Qi gong e Meditazione. Fissa anche tu un colloquio gratuito.

Temi trattati

Postato da il Dic 26, 2017 in Risvegliare emozioni e sentimenti | 0 commenti

“Dammi, Signore”, preghiera di Thomas More

"Dammi, Signore", preghiera di Thomas More

 “Dammi, Signore”, preghiera  di  Thomas More

 

Signore, dammi una buona digestione
e qualcosa da digerire.
Dammi un corpo sano, Signore,
e la saggezza per conservarlo tale.

Dammi una mente sana
che sappia penetrare la verità con chiarezza,
e alla vista del peccato non si sgomenti
ma cerchi una via per correggerlo.

Dammi un’anima sana, Signore,
che non si avvilisca in lamentele e sospiri.
E non lasciare che mi preoccupi eccessivamente
di quella cosa incontentabile che si chiama ‘io’.

Signore, dammi il senso dell’umorismo:
dammi la grazia di cogliere uno scherzo,
per trarre qualche allegrezza dalla vita
e per trasmetterla agli altri.

"Dammi, Signore", preghiera di Thomas More

 

Amare riflessioni
di  Thomas More  tratte da Utopia

“Uomini, donne, bambini, vedove, orfani, genitori con prole, famiglie numerose ma non ricche – poiché l’agricoltura richiede la forza di molte braccia – sono costretti a lasciare le proprie case, senz’avere un posto in cui rifugiarsi, dopo avere svenduto per niente le loro povere cose. E dopo avere girovagato e speso tutto, che cosa resta loro da fare se non rubare – per poi essere, giustamente, s’intende, giustiziati – o darsi all’accattonaggio? A parte il fatto che anche per gli accattoni e per i vagabondi è previsto il carcere. Ed è inutile cercare lavoro, poiché non c’è più bisogno di loro.“ […]

Impedite che la corsa dei ricchi all’accaparramento possa continuare, ponete fine a questo loro privilegio. Riscattate la gente dall’ozio rilaciando l’agricoltura e riformando il mercato della lana. Date agli sfaccendati qualcosa di utile da fare. La miseria rende ladri, e quelli che per ora sono soltanto dei disoccupati saranno presto anche ladri.
È inutile, se non sradicate tali mali, punire i ladri ricorrendo a una giustizia più eclatante che giusta o efficace. In definitiva, voi lasciate che crescano fin da ragazzi in condizioni tali da essere fatalmente destinati ad una vita criminale, poi li punite. In altre parole, punite quei ladri che voi stessi avete creato.“ da Utopia, I, p. 31-32

Soffri di disturbi o dolori cronici che desideri CURARE?

CONTATTAMI SUBITO per fissare un APPUNTAMENTO per un COLLOQUIO GRATUITO.


Caterina Martucci
Galleria Strasburgo, 3 Milano, Italia 20122
Phone: 339 8935325